GEOLOGIA del PARMENSE's photos

Sfera di roccia presso le Cascate di Lavacchiello…

13 Oct 2021 7
Un'altra "misteriosa" sfera di roccia sporgere dagli strati di marne calcaree dell'Appennino Reggiano, presso Ligonchio. La sfera non è un materiale estraneo, ma è composta dalla stessa identica roccia nella quale è inglobata, qundi avendo la sessa consistenza, mi risulta difficile anche pensare sia frutto di erosione da parte delle acque del fiume. A poche decine di metri da questa sfera, ho rinvenuto anche quella che sembra essere la controparte, la matrice, di una sfera come questa (vedi foto seguente). Non riesco a spiegarne la formazione.

Cavità sferica in roccia sedimentaria - Cascate di…

13 Oct 2021 3
Questa cavità sembra la matrice, la controparte, delle sfere di roccia che ho trovato in diversi luoghi. Nella foto precedente potete vedere una di queste sfere, trovata a poche decine di metri da questa cavità.

Cascate del Torrente Pessola

26 Sep 2021 3
Maestosi banchi di rocce sedimentarie calcaree posti di traverso rispetto al corso del torrente, creano un susseguirsi di cascate e un ambiente selvaggio ed affascinante. Majestic banks of sedimentary limestone rocks placed askew the stream, create a succession of waterfalls and a wild and fascinating environment.

Cristallo di Barite - Rubbiano (Fornovo)

26 Sep 2021 6
Un piccolo probabile cristallo di Barite di circa 4 mm, i cristalli sullo sfondo sono di Calcite. Campione ritrovato sulle colline argillose di Rubbiano (Fornovo Taro) Anche nel buio più profondo della Terra, lontano da qualsiasi sguardo, la materia si aggrega e si organizza secondo schemi matematici predefiniti, che noi umani chiamiamo "bellezza"quando fortuitamente la scopriamo. Questa bellezza è espressione del MVNDVS, ovvero quelle energie primordiali, ancestrali, che tendono di loro natura verso la "luce", verso uno stato superiore, attraverso un percorso di risalita fatto di trasformazione, semplificazione e purificazione, il concetto stesso del VITRIOL alchemico: in questo senso tutto il processo di formazione dei cristalli in natura mi sembra proprio una rappresentazione metaforica di questo percorso, di questa energia che caratterizza, modella e guida non solo il mondo della materia, ma anche quello dei viventi. Il cristallo è la realizzazione nella materia grezza (la roccia) di questo percorso di perfezionamento, che concretizzandosi e venendo alla luce nella sua bellezza e perfezione, diventa un emblema, un simbolo ed uno stimolo per un percorso iniziatico anche per gli esseri umani, verso un perfezionamento di se, verso un'interiorità cristallina che trasmetta purezza e luce: se c'è riuscito un sasso, senza coscienza e consapevolezza di se, a maggior ragione dovremmo riuscirci noi ! MVNDVS era per gli antichi romani il cuore dove si fondava una nuova città: veniva savata una fossa, all'interno della qualle ogni persona versava una manciata della sua terra d'origine, mischiata a quei prodotti che avrebbero costituito la base produttiva della nuova città. Attorno a questa fossa si sviluppava la città, e queste fosse erano considerate dei portali dimensionali che, aprendosi in alcuni periodi dell'anno, mettevano in comunicazione in mondo dei vivi con quello dei morti, erano giornate festive queste, dove venivano sospese tutte le attività economiche e lavorative. VITRIOL è invece l'acronimo di "Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem (Veram Medicinam)", ovvero "visita l'interno della Terra, rettificando e purificando troverai la pietra nascosta, che è la vera medicina" , una visione alchemica della geologia, un guardare ai minerali e alle rocce con uno sguardo non solo materialistico, ma anche metaforico e spirituale, in fondo ogni antica saggezza ci narra con diversi linguaggi che ogni molteplicità ci può ricondurre all'Uno, ed il macrocosmo si riflette nel microcosmo, dove le energie che li animano e le leggi che li governano sono in fondo le stesse, spirituale e materiale si compenetrano, e forse questo confine, questa distinzione, è illusoria ed arbitraria. La Barite (Solfato di Bario), che appartiene al gruppo della Celestina, è uno dei minerali non metallici più pesanti presenti in natura, il suo stesso nome infatti deriva dal greco barys che significa appunto "pesante", e per questa sua caratteristica viene utilizzata in diversi ambiti dell'industria, ma non solo: dalla barite macinata si ottiene una polvere con caratteristiche luminescenti, tanto che gli alchimisti medioevali la chiamavano "la pietra fosforica di Bologna". Nel recente passato questa sua peculiarità le ha assegnato un ruolo anche nell'ambito della fotografia: ricoprendo le stampe di un sottile strato di polvere di barite, si otteneva infatti un particolare effetto di lucentezza molto apprezzato. In cristalloterapia la Barite è nota per le sue proprietà calmanti, rilassanti e fortificanti, utile in caso di ansia o stati confusionali, avrebbe infatti la capacità di metterci in contatto con la parte più profonda ed intuitiva di noi stessi, aiutandoci a fare chiarezza se necessario, a comunicare meglio, a ricordare meglio i sogni. Per questa sua capacità di metterci in contatto con dimensioni più profonde, la barite viene anche utilizzata, per esempio dagli Indiani d'America, per favorire viaggi astrali o contatti con spiriti guida. C'è tutto un mondo sconfinato di proprietà, usi, poteri, energie e storie dietro ad ogni pietra, dietro ad ogni cosa, queste mie brevi parole non vogliono certo essere esaustive, ma vogliono più che altro stimolare la curiosità e la ricerca personale, prendendo come pretesto un piccolo sasso trovato sulle colline. Il mondo delle pietre è una vera miniera tutta da scoprire, sia in senso letterale che metaforico !

Icnofossile - Ichnofossil (Val Mozzola)

22 Sep 2021 1 6
Tracce di icnofossili trovate in un sasso di roccia calcarea in Val Mozzola, nell'appennino Parmense. Si tratta di tracce di Condrites (probabilmente Fucoides), ovvero impronte lasciate dal passaggio di antichi organismi viventi del tipo dei vermi, o dei cunicoli da loro scavati, poi con il tempo riempiti dal sedimento di altre sostanze minerali. Questi antichi organismi si spostavano sul fondo marino alla ricerca di cibo, o comunque, essendo viventi, si spostavano per fare i cavoli loro ! I geologi più esperti sapranno anche stimare il genere di attività svolta dall'antico vivente in base al tipo di tracce lasciate (Cubichnia: tracce di riposo; Repichnia: tracce di spostamento; Pascichnia: tracce di nutrimento; Fodinichnia: tracce di esplorazione; Domichnia: tracce di abitazione). Se c'e' una cosa che non sopporto quando guardo i documentari sui comportamenti animali, è la loro "umanizzazione", ovvero il proiettare la tipica mentalità umana (occidentale) nella psicologia degli animali, che poi è un attimo, per chi li guarda senza spirito critico, fare il processo inverso ed accettare certi valori e certi comportamenti come "naturali" in quanto "presenti" in natura: in realtà più che presenti, direi presentati, in modo ossessivo e martellante come certe pubblicità; a me danno sinceramente l'impressione di essere un racconto romanzato o un'interpretazione, che potrebbe anche essere molto distorta. A volte mi domando se veramente sia proprio così la vita: se tutto si riduca alla demarcazione del territorio, al cibo, al maschio dominante, al corteggiamento... sarebbe una cosa molto triste e banale ! Ma guardandomi attorno, forse è proprio così ! ------ Traces of icnofossils found in a limestone pebble in Val Mozzola, in the Parma Apennines. These are traces of Condrites (probably Fucoides), or footprints left by the passage of ancient living organisms such as worms, or the tunnels dug by them, then over time filled by the sediment of other mineral substances. These ancient organisms moved on the seabed in search of food, or in any case, being alive, they moved to make their own affairs ! The most experienced geologists will also be able to estimate the kind of activity carried out by the ancient living creature based on the type of traces left (Cubichnia: traces of rest; Repichnia: traces of displacement; Pascichnia: traces of nourishment; Fodinichnia: traces of exploration; Domichnia: traces of dwelling). If there is one thing I can't stand when I watch documentaries on animal behavior, it is their "humanization", that is to project the typical human mentality (occidental) into the psychology of animals, which is then easy, for the viewer without a critical spirit, to do the reverse process and accept certain values and certain behaviors as "natural", being "present" in nature: more than present really, I would say presented, in an obsessive and pounding way like certain advertisements; to me they genuinely give the impression of being a story or an interpretation, which could also be very distorted. Sometimes I wonde if life is really like that: if it all comes down to the demarcation of the territory, to the food, to the dominant male, to the courtship... it would be a very sad and banal thing ! But looking around, maybe that's it !

Strati di marne calcaree nel greto del torrente Mo…

21 Sep 2021 3
Layers of calcareous marl in the bed of the Mozzola stream.

Strati di marne calcaree nel greto del torrente Mo…

21 Sep 2021 3
Layers of calcareous marl in the bed of the Mozzola stream.

Strati di marne calcaree nel greto del torrente Mo…

21 Sep 2021 4
Layers of calcareous marl in the bed of the Mozzola stream.

Formazione ofiolitica in Val Mozzola

08 Sep 2021 5
Dalla fotografia non si intuisce, ma questo "dito" di roccia si trova su una cresta molto alta a strapiombo sulla valle sottostante, il groppo di Gusaliggio, sulle cui pendici sono ancora visibili i resti di un antico castello. Sullo sfondo si vede il paesino di Mormorola.

Formazione ofiolitica in Val Mozzola

08 Sep 2021 7
Crestal del Groppo di Gusaliggio

Sperone ofiolitico in Val Cogena

08 Aug 2021 1
Un bel pennacchio di roccia ofiolitica in Val Cogena, presso Belforte. Sullo sfondo il monte Molinatico, incappucciato dal un velo di nubi. A beautiful plume of ophiolithic rock in Val Cogena, near Belforte. In the background, Mount Molinatico, hooded by a veil of clouds.

Cascaca delle Aquile - Torrente Lecca

08 Aug 2021 2
In "provincia di Bardi" si trova questa spettacolare cascata, detta cascata delle Aquile, sempre ricca di acqua in ogni stagione dell'anno.

Cascata delle Aquile - Torrente Lecca

08 Aug 2021 4
Bellissima e fragorosa cascata del Torrente Lecca, presso Santa Giustina di Bardi.

Gorro di Roccamurata

07 Jun 2021 16
Bella cascata lungo il rio del Bastardo, presso Gorro di Roccamurata. La cascata spesso è in secca, o con poca acqua, è molto bella solitamente in primavera o dopo abbondanti piogge. Il salto è molto alto ed è in un luogo selvaggio e difficilmente accessibile, interamente in un ambiente di rocce ofiolitiche molto suggestive. Alla sommità c'è una piccola vasca scavata dall'erosione nella roccia, una specie di piccolo laghetto chiuso da una grossa pietra, se dovesse smuoversi quella pietra, la vasca si svuoterebbe come una vasca da bagno a cui si toglie il tappo ! ATTENZIONE: non esiste un sentiero per raggiungere questa cascata, solo tracce impervie e scivolose senza alcuna indicazione. L'ambiente è molto impervio e isolato. Beautiful waterfall along the Rio del Bastardo, near Gorro di Roccamurata. The waterfall is often dry, or with little water, it is very beautiful usually in spring or after heavy rains. The jump is very high and is in a wild and hardly accessible place, entirely in an environment of very suggestive ophiolithic rocks. At the top there is a small basin dug out of the rock by erosion, a kind of small pond closed by a large stone, if that stone were to move, the tub would empty like a bathtub from which the cap is removed! ATTENTION: there is no path to reach this waterfall, only impervious and slippery tracks without any indication. The environment is very impervious and isolated.

The Devil's Jumps in sunset light - I Salti del Di…

Vertical limestone layers - Strati di roccia calca…

22 Jun 2020 8
Gioco di riflessi nelle acque del Fiume Taro tra Roccamurata ed Ostia Parmense Game of reflections in the waters of the River Taro and Roccamurata between Ostia Parmense

Dente di cinghiale - Wild boar tooth

13 Jun 2020 9
A sinistra si intravede la Val Ceno, mentre sulla destra la Val Pessola. On the left you can see the Ceno Valley, on the right the Pessola Valley.

Dente di cinghiale - Wild boar tooth

13 Jun 2020 11
Sullo sfondo la Val Pessola - On the back the Pessola Valley

94 items in total