See also...

Historical & Architectural Gems Historical & Architectural Gems


Fine Art Landscape Photography Fine Art Landscape Photography


VPU (Not closed yet) VPU (Not closed yet)


New Flickr Survivors New Flickr Survivors


Nikon Nikon


See more...

Keywords

nikon
lombardia
biblioteca civica
bergamo
ballcla
città alta
bibliothèque publique
public library
biblioteca pública
piazza vecchia


Authorizations, license

Visible by: Everyone
All rights reserved

215 visits

biblioteca civica - Bergamo

biblioteca civica - Bergamo
La Civica Biblioteca Angelo Mai di Bergamo è la principale e più importante istituzione di conservazione storica del circuito bibliotecario di Bergamo.
Ha la propria sede nel Palazzo Nuovo di Città Alta, che in posizione contrapposta al Palazzo della Ragione chiude, a nord-est, Piazza Vecchia.
Nasce il 13 febbraio 1768 quando fu messo a disposizione della cittadinanza il lascito librario che il cardinale Alessandro Giuseppe Furietti aveva fatto alla città. La sua prima collocazione fu in un locale del Palazzo Vecchio o della Ragione che ospitava il Comune. Oggi ha la propria sede nel Palazzo Nuovo di Città Alta, che in posizione contrapposta al Palazzo della Ragione chiude, a nord-est, la scenografica, medievale Piazza Vecchia.
Dal 1768 il suo patrimonio librario è andato crescendo in maniera esponenziale, sia attraverso donazioni sia attraverso acquisizioni, fino a raggiungre l'attuale numero di circa 700000 volumi, più 11000 periodici, circa 2150 incunaboli, un numero rilevante di stampe, autografi, manoscritti, fotografie e altri reperti specialistici che ne fanno una delle più importanti biblioteche storiche d'Italia.
Il catalogo delle opere può essere consultato, oltre che direttamente in situ, via internet tramite l'OPAC regionale.
Il Palazzo Nuovo, come è denominato, è opera dell'architetto Vincenzo Scamozzi, (Vicenza, 1448 o 1552 - Venezia, 1616), mentre il loggiato d'ingresso, che ne alleggerisce la facciata, fu disegnato dall'architetto Andrea Ceresola, detto il Vannone, a cui si deve, fra l'altro, anche la ricostruzione del Palazzo Ducale di Genova.
La costruzione del palazzo iniziò nei primi anni del XVII secolo e dopo un percorso secolare fu ultimata nel 1958 con l'inserimento di sei statue, opere di Tobia Vescovi, sulle trabeazioni del secondo, quinto e ottavo finestrone della facciata.
La facciata è opera dell'architetto Ernesto Pirovano (1866-1934), che la completò nel 1928 seguendo il progetto dello Scamozzi.
Ricoperta di marmo bianco di Zandobbio, dall'aspetto elegante e leggero nel suo rigore neoclassico, si inserisce compiutamente nella Piazza Vecchia dominata dal Palazzo della Ragione e dalla Torre Suardi, il Campanone, in un gioco composito di stili architettonici diversi piacevole da osservare.
Il complesso degli edifici racchiude lo spazio della piazza vera e propria, ingentilita dalla fontana Contarini, mentre, attraverso il loggiato del Palazzo della Ragione, si intravede in secondo piano, come dietro una quinta teatrale, la cinquecenesca Cappella Colleoni creando un insieme di eccezionale fascino.
Dal 1928 Palazzo Nuovo è sede della civica biblioteca con cui si identifica.

notizie tratte da wikipedia

Comments
╰☆☆June☆☆╮
╰☆☆June☆☆╮
Great capture, thank you for sharing with us at Historical & Architectural Gems
www.ipernity.com/group/332973
3 years ago.
Nora Caracci VERY BUSY
Nora Caracci VERY BU…
sono in parecchi a volerla immortalare ;-)
bella ripresa, gran luce !
3 years ago.