Trovo il momento attuale piuttosto favorevole alla produzione e allo sviluppo di nuove idee. Ora come ora sono al lavoro su diversi fronti, tutti interessanti. La nuova occupazione presso un’agenzia di comunicazione mi sta offrendo delle possibilità di concentrarmi sui progetti che mai avevo avuto prima. E il risultato ne risente in maniera molto positiva.
Ma tutto l’insieme è fortemente stimolante, ad esempio Davide ha insistito affinchè mi iscrivessi ad Ipernity. Già la conoscevo, ma in maniera molto superficiale. Pertecipando ho messo in moto un circolo virtuoso che mi sta facendo vincere la mia pigrizia. É molto diversa da myspace, dove orde di sciaguratelli mettono in mostra il loro niente. Qui ci si confronta su progetti e su visioni. Davvero interessante. Vorrei produrre più materiale, ma devo cambiare alcune cose nello stile di vita…
Sto anche pensando al progetto Incastro. Voglio davvero ricavarci qualcosa di buono. Nonostante sia io sia stefano abbiamo altre priorità al momento, entrambi crediamo nella possibilità di sviluppare alcune nostre idee. A partire dal sito, www.incastro.net, che, nonostante sia completamente vuoto (ad eccezzione del logo, da ritoccare), ha ricevuto alcune visite. Addirittura abbiamo ricevuto dei curricula di aspiranti collaboratori.
Inoltre sto affrontando la lettura di diversi volumi, per entrare nel meccanismo creativo di alcuni maestri.
Al momento mi sto dedicando a Chagall e Keith Haring, il primo leggendone la biografia e l’opera completa, il secondo attraveerso I suoi diari privati.
Il mondo che si apre quando ci si confronta con personalità di tale valore universale è sterminato. Qualcuno lascerebbe stare tutto per evitare il confronto. Io, per filosofia, vedo nei lavori dei Grandi (in qualsiasi campo) uno sprone e una valanga di stimoli nuovi