GAZA VIVRA’
Campagna per la fine di un embargo genocida
 
 
LA CAMPAGNA CONTRO L’EMBARGO CONTINUA
 
 
per decidere insieme le prossime iniziative
 
DOMENICA 27 GENNAIO, ore 10
Ex Scuola Elsa Morante, via Gian Paolo Orsini 44
FIRENZE
Assemblea nazionale
 
Non ci sono più parole.
Gaza è assediata, chiusa, sigillata.
Gli israeliani bombardano da terra, dal cielo e dal mare.
Uccidono sistematicamente ogni giorno, con le loro bombe, con i carri armati, con il blocco dei valichi applicato anche ai malati.
Ma questo non bastava: nei giorni scorsi siamo arrivati al taglio del carburante per mettere al buio la Striscia. L’embargo genocida non solo prosegue, ma si aggrava di continuo in un crescendo volto a piegare la resistenza del popolo di Gaza.
Ai bombardamenti, agli omicidi mirati come a quelli indiscriminati, si aggiungono i rapimenti di decine e decine di persone durante i quotidiani raid dell’esercito israeliano.
Le cifre globali ci parlano ormai di un massacro in corso, mentre mille storie individuali e familiari ci dicono quanto sia grande il dramma dei palestinesi rinchiusi a Gaza.
Queste cifre, queste storie sono ormai note e conosciute all’opinione pubblica italiana ed europea. La gravità della situazione ha portato alla rottura del muro del silenzio che regnava qualche tempo fa. Ma se il silenzio è rotto, la risposta è del tutto insufficiente.
Di fronte al dramma che si sta svolgendo non vi sono grandi mobilitazioni: tace la politica, tace la cultura, tace lo stesso movimento contro la guerra.
Eppure Gaza è davanti a noi ed è il luogo dove oggi si consuma l’oppressione più grande, l’ingiustizia più manifesta; ma anche il luogo dove in questo momento si concentra simbolicamente la guerra infinita americano-sionista.
E’ possibile non vederlo?
Noi pensiamo di no.
E’ per questo che chiediamo a tutti di venire a Firenze domenica 27 gennaio: per rilanciare la campagna contro l’embargo, per unire tutte le forze disponibili, per fare tutto quanto è possibile per dare sostegno alla resistenza del popolo palestinese.