Chris doveva avere una strana espressione sul viso perchè la sua faccia spinse Simone a salire nuovamente al piano superiore.
In realtà il ragazzo fissava la porta della stanza dei giochi con la testa leggermente piegata di lato come se fosse in trance. La Biondina lo fissò per qualche secondo e con voce intimidità disse: "Se vuoi posso fartela visitare, ma di solito è una stanza a cui io e Jean non diamo accesso agli estranei... almeno non fin da subito..." e nel finire la frase era diventata tutta rossa.
Fu, a quelle parole che Chris si scosse per qualche secondo dai suoi pensieri e si limitò a fare si col capo. Se prima la sua fantasia era ferma a immagini che scorrevano in stile film porno, ora la sua testa gli rimandava immagini di stanze sadomaso con frustini e corde appese alle pareti, manette e oggetti strani. "Ok, devo smetterla di parlare di sesso con mio fratello o mi ricovereranno in una clinica per disintossicarmi!" pensò "Mi sento come se fossi un ragazzino depravato al primo appuntamento...." sbuffò.

Simone aprì lentamente la porta e Chris si fiondò sulla soglia per poter guardare meglio, ma non riusciva a vedere bene perchè tutta la stanza era in penombra. La Biondina accese la luce e, al posto delle sue fantasie più sfrenate di fruste, vibratori e quant'altro, vi era un piccolo divano bianco posto sul fondo della stanza con sopra diversi pupazzi e bambole. Sulla destra vi era un armadio dalle ante scorrevoli e a sinistra una serie di vetrinette dagli svariati contenuti. Quasi tutte, però, contenevano bambole e oggettistiche in scala.
C:"Vuoi vedere che è veramente una stanza dei giochi per bambini?" si stupì.
Ma al centro della stanza, posta proprio di fronte al divano, c'era una cosa che attrasse l'attenzione del ragazzo. Posta su un cavalletto vi era, infatti, una nuovissima macchina fotografica digitale. "Una reflex, un divanetto con tanto di bambole, vuoi vedere che fanno foto sexy a tema lolita?!?" si ritrovò a pensare.

E si, in lui il pensiero della "scopata facile" era duro a morire, ma d'altronde non sarebbe stato il degno fratello di Robert RobPorn.