4 Maggio 2008 - 50 anni dalla nascita di

Keith Haring l'artista di strada più underground

dell'underground possibile.

Mi piace ricordarlo e diffondere il suo pensiero e la sua opera attraverso una serie di considerazioni che fece nel 1984 ( in piena maturità artistica e notorietà assoluta ) e nel 1988, anno in cui contrasse il virus HIV che lo fece morire a soli 31 anni facendolo diventare una specie di "opera d'arte incompiuta" della storia.

"L'arte vive grazie alla fantasia delle persone che la osservano. Senza questo contatto non esiste arte." K.H. 1984

 "Per strada vedo cose che non sono state pensate come arte, ma per me hanno un interesse estetico, quindi per me sono arte. Vedo un camion dipinto, o vecchi manifesti rovinati, o qualsiasi altra cosa comunichi ai miei occhi informazione, ispirazione, o un certo carattere visivo, sia quel che sia...allora nella mia testa scatta qualcosa." K.H. 1988

 Queste frasi riassumono in poche parole le sensazioni estreme che prova un artista ad osservare quanto lo circonda pensando profondamente. Da queste frasi è nata la mia voglia di interpretare il mondo attraverso le immagini che inserisco nel mio stream. Grazie Keith e ciao a tutti................................