IL CAPOLINEA.





Finalmente, dopo tanto pensare, ho trovato il sostantivo adatto per definire la città o meglio il paese nel quale sono finito a vivere presubilmente gli ultimi anni (o mesi…o giorni) della mia vitaccia disperata e spericolata (…ala Steve Mc Queen…).

Quando ero ragazzo e, sfortunatamente, vivevo nello stesso posto vedevo i vecchi con un altro occhio.

Cioè il mio occhio era più radicale: i vecchi erano vecchi e gli altri (giovani o adulti) erano diversi.

Il vecchio aveva anche una sua funzione di nume tutelare le famiglia (le case di riposo praticamente non esistevano, anche perché le aspettative di vita e la durata media della stessa erano più basse di ora.).

Il tempo.

Tanti pensano che per i vecchi il tempo non passi mai e trascorra lentissimo.

Niente di più falso. Anzi il tempo trascorre velocissimo come una discesa su di uno scivolo lubrificato che porta ad una sola piscina: il lago AVERNO dove il traghettatore Caronte ci aspetta tutti.