Stanotte in sogno ho visto quantità inimmaginabili di cappelli galleggiare in un fiume in piena.

Stanotte il treno mi ha svegliato mille e mille volte.

E ogni volta al risveglio mi batteva forte il cuore e mi dicevo tutto ok è solo un altro treno.

Stanotte alle tre mi sono girata sullla parte destra e ho fatto un incubo. Terribile. Straziante.

Come se fosse una novità che non si deve dormire sulla fottuta parte destra, che poi i sogni diventano cattivi e si travestono da incubi per farti un dispetto.

E nella mia notte agitata e convulsa mi venivano in mente parole virgole ricordi colori da scrivere su questo piccolo spazio bianco e quasi quasi stavo per alzarmi e venire qui a mettere nero su bianco tutte queste lettere che si correvano dietro all'impazzata nella mia testolina assonnata.

Avrei fatto meglio così.

Voglio dire.

Al mattino tutto questo era solo un lontano ricordo.

E vorrei raccontare le immagini che ho ancora nei miei occhi, ma non ci riesco.

Tutte le parole che giocavano nella mia testa stanotte, ora sono andate a dormire, stanche.

E io che ho persino pensato che ci fosse davvero l'alluvione... e i cappelli e il treno...