don haskins El Paso (Texas), 7 settembre 2008, si spegne Donald Lee “Don” Haskins, senza di lui il basket non sarebbe probabilmente quello che vediamo oggi. Nasce a Enid (Oklahoma) il 14 marzo 1930, passa da comparsa nel basket giocato con gli Oklahoma A&M ed entra nella leggenda Con i Miners del Texas Western College (dal 1967 University if Texas at El Paso) come capo allenatore dove colleziona un record di 719 vittorie e 353 sconfitte.
La vera vittoria di Don avviene nelle finali NCAA del 1966 quando con schierando in finale solo giocatori Afroamericani batte i “Willdcats” della University if Kentuky allenati dalla leggenda Adolph Rupp (che a sua volta sceglierà per i Wildcats il primo giocatore afroamericano della storia).
Nel 1997 entra nella Naismith Memorial Basketball Hall of Fame, la squadra del 1966 è stata inserita nella Basketball Hall of Fame come Team, Don è stato allenatore dei Miners dal 1961 al 1999.
Così, nel mio piccolo, vorrei ricordare un personaggio che per primo credette che la pallacanestro non apparteneva ai “bianchi” ma era di tutti, percorse la strada più difficile e vinse. Chi giocò quella finale capì che non era una partita qualunque ma segnava una svolta per il basket moderno.
Consiglio a tutti di vedere il film “Glory road”, che racconta la storia della squadra formata da Bobby Joe Hill (morto ad El Paso nel 2002), Harry Flournot, Nevil Shed, David Lettin (Boston Celtics) e Willie Wosrley.

miners 66