La storia recente del derby con la Fiorentina ci ha dato più delusioni che gioie anche se per due volte ci siamo tolti la soddisfazione di battere gli odiati ''guelfi''.
Il 17 ottobre 2004, dopo tanti anni il sogno di poter affrontare la Fiorentina si realizzò. Tantissimi furono i senesi che andarono al Franchi a sostenere la Robur. I viola, allenati da Mondonico, erano neopromossi ma si presentavano con un organico di tutto rispetto con giocatori come Nakata, Bojinov e Miccoli. Il Siena, allenato da Simoni, strappò un buon 0-0, ma ci fu una clamorosa occasione sciupata da Graffiedi che poteva dare al risultato un finale diverso. La partita di ritorno a Siena giocata il 20 febbraio 2005 è da annoverare tra le pagine più belle della storia della Robur. Come scordare infatti il perentorio stacco di testa di Tore Andre Flo che ammutolì i numerosi tifosi viola giunti da Firenze e che ci regalò una gioia immensa!.
Nella stagione successiva la partita di andata si giocò a Siena e fu un derby amaro, una sconfitta senza appello 2-0 con doppietta di Toni. Arrivò una sconfitta anche nella partita di Firenze, un 2-1 che fu davvero una beffa clamorosa. Dopo il vantaggio del solito Toni, pareggiammo con Vergassola ma nei minuti di recupero del secondo tempo Pazzini segnò il 2-1 con un azione molto dubbia in cui probabilmente ci doveva essere una punizione a favore del Siena.
Nella stagione 2006/2007, la partita di andata al Rastrello, fu giocata molto bene dai nostri. Passammo in vantaggio con Antonini ma i viola pareggiarono con una grande azione di Mutu. Lo stesso Mutu ci castigò anche nella partita di ritorno del 15 aprile 2007 finita 1-0. Arriviamo così alla scorsa stagione. Nella partita di andata giocata a Firenze abbiamo perso 3-0 (Pazzini, Mutu, Vieri) e quella forse è stata la peggiore gara giocata dalla Robur nella recente storia del derby con la Fiorentina. Comunque sia ci siamo rifatti ampiamente nella partita di ritorno quando il nostro grande ''Big Mac'' ha trafitto Frey con quello stupendo calcio di punizione. A questo punto non mi resta che dire '' Forza ragazzi, regalate un'altra gioia al popolo ghibellino!!!!''.




Francesco Zanibelli