(per il manifesto campagna prevenzione svizzera 2008)
Pigi Mazzoli
(pubblicato in "Pride", maggio 2008)

Parliamo della nuova campagna svizzera per la prevenzione dall'Hiv, che si chiama "Sesso sicuro anche in situazioni speciali".
La precedente campagna era rivolta all'integrazione delle persone sieropositive nel mondo del lavoro, perché con le nuove terapie si è allungato il periodo fra i primi sintomi e la morte ed è anche migliorata la qualità di vita, permettendo a molti di tornare o restare attivi nel mondo del lavoro, ma non vengono facilmente accettati dagli imprenditori. Per cui lo slogan della campagna era "Vado a lavorare ogni giorno. Come voi".
Anche quella di quest'anno nasce da una esigenza esistente, da un'osservazione della realtà, e non dal ghiribizzo di un creativo pubblicitario.
In Svizzera, dati alla mano, si sono accorti che il 12 per cento delle infezioni avveniva in persone che solitamente si proteggevano, ma che durante un viaggio di affari oppure in vacanza non si erano protetti. Sappiamo che succede normalmente: una persona si protegge sempre ma poi, un'occasione particolare come una serata un po' alcolica, un incontro emozionante, un improvviso innamoramento, la situazione eccitante, smette per una volta di usare il preservativo e si infetta. Questo succede spesso nei viaggi, appunto. Ci si dimentica per una volta di fare attenzione...
Uno dei primissimi slogan della prevenzione è sempre stato "preservativo sempre con te". Anche per chi non ha nessuna idea di andare in giro a cercare sesso. Anche per chi è fidanzato e non ha nessuna intenzione di tradire. Ma succede. Un improvviso innamoramento, una serata fra vecchi amici, un momento di sconforto, possono portarci ad avere un rapporto sessuale che non era previsto. A volte un tradimento che non avremmo voluto, ma a cui non siamo riusciti a rinunciare. Che almeno questo non porti l'Hiv nella coppia, se si ha con sé il preservativo resterà una traccia nella coscienza ma non nel sangue.
Questi i dati, poi la fantasia e il coraggio dei creativi svizzeri ci ha regalato questo incredibile manifesto. Due astronauti che si inchiappettano su Marte, e lo slogan "Sempre protetti anche in viaggio d'affari". Che appaia ai lati di strade di tranquilli paesini svizzeri è per noi inimmaginabile. Con sfrontatezza, senza pudori, davanti agli occhi di tutti, perché la prevenzione riguarda davvero tutti.