poesie decadenti


Bloccando la vita in modo agghiacciante,
Irrompi in sentier che uomo percorre,
Ch'avanza sempre con passo tremante,
Temendo si fermi il tempo che scorre.

Amica Morte che dolor rimeni,
Sempre vaga col magico tocco,
Tu, che di vita rappresenti i freni,
Di questa tortura sii lo sbocco!

Col manto tenebroso divorami,
Piomba su me come bestia affamata,
Da questo incestuoso luogo ora levami!

Su, sbrana adesso la preda agognata,
Dalle fauci di vita orsù strappami,
Rapiscimi adesso, Morte bramata.

http://macabrismo.110mb.com/