L'eruzione più lunga risale all'anno 1614 e si ebbe nella parte settentrionale del vulcano; durò dieci anni con una emissione di oltre 1 miliardo di mc. di materiale, con vari ingrottamenti lavici che formarono diverse grotte vulcaniche tutt'ora esistenti e visitabili: tra le più belle la Grotta del Gelo e la Grotta dei Lamponi. Le lave che si generarono crearono l'attuale zona chiamata "dammusi", lave particolari sulle quali si possono osservare "pillows" e "lave a corda" similari a quelle prodotte dai vulcani hawaiani.
Nel 1669 quella più distruttiva che, partendo da una grande frattura apertasi a nord di Nicolosi, arrivò sino al mare, coprendo parzialmente la città di Catania. Nascono i Monti Rossi.
Distruttiva fu anche quella del 1928, che iniziò nel territorio a monte del paese di Mascali, detta Ripe della Naca, le cui colate laviche distrussero lo stesso senza causare vittime e arrivando a quote basse, coprendo frutteti e vigneti, sostegno economico delle popolazioni locali.
Nel 1968, da una depressione (Pit) alla base del cratere centrale, si forma il cratere Bocca Nuova che in una sua improvvisa esplosione, nel settembre del 1979, lascia sul terreno 9 morti e numerosi feriti tra un gruppo di turisti in escursione al cratere centrale. Oggi Bocca Nuova fa parte integrante con la Voragine, staccata da un ormai minuto diaframma, che rende la zona sommitale come una ampia caldera.
Nell'aprile del 1971 inizia una nuova eruzione alla base dell'edificio centrale. La colata lavica dirigendosi verso sud copre l' Osservatorio Astrofisico di quota 2950 m. e distrugge parte della funivia, gli impianti sciistici di Pian del Lago finendo la sua corsa a quota 2200m.; il 7 maggio dello stesso anno finisce e contemporaneamente inizia nel versante nord, vicino al rifugio Citelli, formando ben sette fessure effusive che si aprirono da quota 2800 fino a quota 1800 nella Valle del Leone e dal punto più basso usci una imponente colata lavica che arrivò a minacciare l'abitato di Fornazzo; durò fino al 12 giugno del 1971. In quest'anno si forma il cratere di Sud/est, nelle zone sommitali del vulcano.
Altre eruzioni importanti ...
1981. Versante nord, territorio di Randazzo (lambì la cittadina di Randazzo)
1983. Versante sud, territorio di Nicolosi (distruzione della zona turistica)
1985. Versante est, territorio di Fornazzo
1991. Versante est, territorio di Zafferana Etnea
2000. Parossismi ed attività effusiva al cratere di Sud Est
2001/2003. Eruzione disastrosa e nascita di nuovi coni sul versante sud e nordest
2011/2012. Attività parossistica al cratere di Sud Est, il Pit diventa cratere a tutti gli effetti e viene battezzato col nome di Nuovo Cratere di Sud Est. Attività che persiste a tutt'oggi.